Verso le Eolie

dem-mod-x-carta-giovani-1Le isole Eolie, il paradiso. Sette isole da scoprire, immergendosi nella natura, nella storia, nella cultura. Un viaggio di scoperta e di conoscenza ma anche un modo per imparare a raccontare uno dei posti più belli d’Italia e, quasi certamente, del mondo.

È questo l’obiettivo del workshop di reportage di viaggio organizzato dal Master in Comunicazione e Cultura del Viaggio del Centro Studi CTS e Società Geografica Italiana. Gli studenti del Master si trovano in queste ore alle Isole Eolie, con la guida attenta di Antonio Politano, giornalista fotografo e direttore scientifico del Master stesso.

Quella che li attende è una settimana di viaggio, durante la quale toccheranno tutte le isole dell’arcipelago: Lipari, Stromboli, Vulcano, Panarea, Salina, Alicudi e Filicudi. Una lunga esercitazione sul campo per imparare a osservare il territorio e a raccontarlo. Sette giorni, durante i quali gli studenti realizzeranno testi, immagini, interviste capaci di far rivivere le isole Eolie, la loro natura, la loro cultura.

I risultati del workshop saranno poi pubblicati su PaesiOnLine: un altro modo per descrivere uno spicchio del nostro paese con gli occhi di chi lo ha vissuto.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Vinci Malta: crea il tuo tour e parti!

Malta Fantasy TourL’estate si avvicina e aumenta la voglia di vacanza. Certo, l’ideale sarebbe viaggiare gratis. Impossibile? Non è detto, con il concorso Malta Fantasy Tour, organizzato da TUI.it e Visit Malta, l’ente del Turismo di Malta, Gozo e Comino. Partecipare è semplice: basta iscriversi sul sito di Malta Fantasy Tour e creare il proprio itinerario di viaggio preferito entro il 15 maggio, scegliendo tra le mille attrazioni offerte dalla piccola isola del Mediterraneo.

Una volta completato il vostro tour, non dovete fare altro che condividerlo e farvi votare dai vostri amici! L’itinerario preferito dagli utenti, quello che otterrà più voti, regalerà al vincitore una vacanza per due persone a Malta! Non è tutto, perché se invitate i vostri amici a partecipare al concorso, potete vincere un weekend alla scoperta dell’isola.

Siete pronti? Non vi resta che cominciare. D’altra parte non mancano certo le idee, dal divertimento di St. Julians, sull’isola principale, ai percorsi di trekking, che si snodano in tutto l’arcipelago e vi permetteranno di stare a contatto con la natura più selvaggia e di scoprirne le bellezze.

Dimmi dove andare 2012, in vacanza con PaesiOnLine

Dimmi dove andare 2012, il concorso di PaesiOnLine“Dimmi dove andare 2012” è il nuovo concorso di PaesiOnLine con cui vincere fantastici premi. Basta andare sul sito e votare la propria località preferita, in Italia o all’estero. I voti espressi vanno a costituire l’Indice di Popolarità, lo strumento con cui PaesiOnLine misura il gradimento della community per ciascuna destinazione.

Dopo il successo dello scorso anno, PaesiOnLine fa il bis. Fino al 30 maggio è possibile partecipare a “Dimmi dove andare 2012”. Per la nuova edizione si moltiplicano i premi, che diventano tre: in palio ci sono un navigatore satellitare Garmin con ricevitore DVB-H TV La 3 integrato, un cofanetto regalo Uaoo Romantico Weekend, per un soggiorno di due o tre giorni nelle città d’arte o nei borghi storici italiani, e un cofanetto regalo Uaoo Tuttinsieme, con oltre 90 esperienze a scelta per gruppi da 3 a 8 persone, tra percorsi benessere e attività all’aria aperta. I tre premi in palio saranno aggiudicati ai tre fortunati estratti tra tutti coloro che parteciperanno al concorso.

Giocare è semplice. Basta andare su PaesiOnLine e votare la propria città preferita, completando gli step richiesti. Si può partecipare anche tramite la pagina Facebook di PaesiOnLine, dove in primo piano è disponibile il link per accedere al concorso. Dopo aver votato non vi resta che incrociare le dita e sperare nella dea bendata. I voti e i giudizi dei partecipanti arricchiscono l’Indice di Popolarità, lo strumento con cui PaesiOnLine consente agli utenti di esprimere la propria opinione su tutte le destinazioni presenti sul sito. Grazie all’Indice è facile scoprire la valutazione complessiva per ogni località, ma anche le attrazioni da non perdere e i consigli da seguire.

Il concorso “Dimmi dove andare 2012” è aperto fino al 30 maggio; i premi saranno assegnati entro il 30 giugno. Il regolamento completo è disponibile su PaesiOnLine all’indirizzo http://www.paesionline.it/concorso/regolamento_dimmi_dove_andare2012.pdf.

Ieri, Viaggi, Domani. Storie, immagini e itinerari che cambiano il tuo futuro

PassaggiDal 20 febbraio torna “Passaggi”, l’iniziativa promossa dal Centro Studi CTS e Società Geografica Italiana che invita a raccontare i propri viaggi, in forma breve e doppia. Con un testo non più lungo di due classiche cartelle (3600 battute), accompagnato da un minimo di una a un massimo di cinque fotografie (formato jpg). In palio, una borsa di studio per partecipare alla terza edizione del Master in Comunicazione e Cultura del Viaggio, diretto dal giornalista e fotografo Antonio Politano, che sarà assegnata al racconto migliore tra quelli pervenuti entro l’11 marzo 2012. Preziosa la collaborazione con Velisti per Caso, Shoot4Change e PaesiOnline.

Ogni settimana i migliori lavori saranno pubblicati sulla pagina facebook del Premio per partecipare alla selezione finale e alla votazione da parte della giuria social (vedi regolamento) e della giuria tecnica presieduta da Antonio Politano e composta da Paola Brivio (photoeditor di Geo Italia), Domenico Gambardella (giornalista e regista di Alle Falde del Kilimangiaro), Antonio Amendola (fotografo e fondatore di Shoot-4-change) e Patrizio Roversi (conduttore e autore di Turisti per Caso). Per partecipare segui il regolamento al premio Ieri, viaggi, domani basta inviare testi e foto all’indirizzo: passaggi@centrostudicts.it.

E insieme a “Passaggi” parte anche “Incontri” in collaborazione con AITR (Associazione Italiana Turismo Responsabile). Idee di viaggio per la valorizzazione dell’incontro fra viaggiatori e comunità locali, sviluppo locale e rispetto per l’ambiente sono i temi conduttori dell’iniziativa. Anche in questo caso bisogna lasciare andare la fantasia. I partecipanti infatti dovranno presentare gli elaborati in uno o più formati. Un breve scritto di massimo 3.600 battute (spazi inclusi), immagini fotografiche (da un minimo di uno a un massimo di cinque) o infine un video della lunghezza di 2 minuti. I contributi dovranno essere inviati all’indirizzo e-mail turismoresponsabile@centrostudicts.it entro e non oltre l’11 marzo 2012.

Ogni settimana, a partire dal 20/02/12, i migliori lavori saranno pubblicati sulla pagina facebook del Premio e concorreranno alla selezione finale. Anche in questo al più meritevole andrà una borsa di studio a copertura totale per la partecipazione all’edizione 2012 del Master in Imprenditorialità e Management del Turismo Sostenibile e Responsabile del Centro Studi CTS.

Tutte le informazioni con i regolamenti dei premi: www.centrostudicts.it

A Carnevale vince la gita “fuori porta”

Il Carnevale di Venezia

© newphotoservice

Carnevale 2012 all’insegna della gita “fuori porta”. Il dato emerge dagli “umori” della Community di PaesiOnLine. In calo gli spostamenti sul lungo raggio, cresce la partecipazione degli italiani agli eventi che si svolgono in tanti piccoli e grandi comuni sparsi lungo tutta la penisola. Se il Carnevale di Rio de Janeiro resta un “sogno” proibito, in Europa le più gettonate sono Nizza e Colonia. In Italia, reggono bene Venezia, Viareggio, Cento e Putignano. Ma la sorpresa sono i carnevali “locali” che continuano ad attirare un pubblico crescente.

Anche per questo 2012 gli eventi più richiesti restano quelli storici: il Carnevale di Venezia che anche quest’anno si chiuderà con la Grande Festa del Mardi Gras, seguita dalla Vogata del Silenzio, il Carnevale di Putignano, il più antico visto che la prima edizione venne celebrata nel 1394, il Carnevale di Cento, del quale si hanno notizie già dal XVII secolo e il Carnevale di Viareggio. Molto atteso anche quest’anno lo Storico Carnevale di Ivrea:  il 21 febbraio a partire dalle 14 le strade della cittadina piemontese saranno invase dai partecipanti alla tradizionale “Battaglia delle Arance”, un appuntamento che attirerà migliaia di turisti.

La maggior parte degli spostamenti durante il periodo del Carnevale sarà però alla volta delle tante manifestazioni sparse lungo la penisola. Tra quelle più segnalate dalla Community di PaesiOnLine ci sono la “Festa de la Radeca” a Frosinone, dove il Carnevale si unisce alla rievocazione storica (21 febbraio), e la manifestazione “La Mpupata, la Chiacchierata e l’Annacata” a Calatafimi-Segesta , in provincia di Trapani, dove il Carnevale è l’occasione per far rivivere la tradizione dei Pupi siciliani e dove i festeggiamenti saranno all’insegna della gastronomia (19 e 21 febbraio). Arriva con qualche giorno di ritardo, invece, il Carnevale Ambrosiano: a Milano i festeggiamenti iniziano il 21 febbraio e si chiudono il 25, giorno del Sabato Grasso.

Anche se in calo, chi sceglie di andare all’estero si dirige soprattutto verso Germania e Francia: il Carnevale di Colonia, nato nel 1823, è un appuntamento fisso dell’inverno tedesco mentre il Carnevale di Nizza, quest’anno dedicato alla storia dello sport, sarà tra le mete scelte fino al 4 marzo, giorno in cui terminano i festeggiamenti.

Gli innamorati scelgono le capitali europee

borntosnore

San Valentino da turisti. Nonostante la crisi e le difficoltà economiche, gli italiani non rinunciano a un weekend “di coppia” in occasione della Festa degli Innamorati. La fotografia scattata da PaesiOnLine, però, evidenzia come l’obiettivo sia quello di concedersi un fine settimana di vacanza, ma low cost. Le prenotazioni sono in aumento del 40% rispetto all’anno scorso e le mete preferite sono le città: in Europa, alla “solita” Parigi si affiancano soprattutto Praga e Budapest, scelte perché più economiche della capitale francese, mentre in Italia la regina per un romantico fine settimana è Venezia, insieme a Verona.

La Festa degli Innamorati è il momento ideale per una romantica “fuga a due”. Anche quest’anno durante i due prossimi weekend molti italiani saranno alle prese con piccole e grandi partenze. Chi decide di andare in Europa, lo fa con un occhio al portafogli. Parigi resta la città preferita dagli innamorati, ma continuano a salire, nonostante il freddo intenso, le quotazioni di Praga e Budapest, capitali dell’Est e centri turistici di primo livello ma dai prezzi più abbordabili. PaesiOnLine ha stimato che il prezzo di due notti in albergo a Parigi, nel periodo di San Valentino, parte da circa 70 euro a persona. Si scende quasi alla metà a Praga, dove il prezzo minimo è di circa 40 euro per due notti in camera doppia, e si arriva anche a 30 euro a Budapest.

Un po’ a sorpresa tra le città considerate più romantiche si piazzano anche Londra e Barcellona, metropoli adatte anche a chi a San Valentino decide di viaggiare da solo.

Anche chi sceglie di restare in Italia sembra preferire le città d’arte; la più romantica, secondo la Community di PaesiOnLine, è Venezia, con i suoi canali e le sue calli. Il weekend ideale è completato da una sosta a Verona, la città di Giulietta e Romeo, una delle più struggenti storie d’amore mai raccontate. Tra le città più indicate per un breve soggiorno di coppia resistono Firenze, Napoli e Roma, mete ottime per ogni occasione. Gettonato anche il Lago di Garda, con Sirmione e i suoi romantici paesaggi, inserito semmai in un weekend sulle piste da sci.

La magia del Natale a Vienna

Come vanno i preparativi per Natale? Manca meno di un mese, non c’è più molto tempo. Di sicuro sarete a buon punto, ma forse sentite che vi manca ancora qualcosa, quel tocco in più che renda unica la tavola natalizia, la casa, l’albero o i regali. In tal caso, non c’è più tempo per rimandare. Rimandare cosa? Il vostro viaggio a Vienna, dove l’atmosfera natalizia è più intensa che mai.

Da metà novembre fino al giorno di Natale, e in alcuni casi anche fino all’inizio di gennaio, la capitale austriaca cambia volto e mostra il suo lato più “dolce”. Ogni angolo della città, dal centro alla periferia, fa da cornice ai tipici Mercatini di Natale, in un susseguirsi vorticoso di bancarelle, luci e musiche tradizionali.

Dai dolci ai prodotti artigianali, dai classici souvenir agli addobbi per rendere originale o tradizionale il proprio Albero, i mercatini viennesi sono ormai una tradizione consolidata per chi vuole vivere appieno il periodo natalizio e per chi, nel mese che precede il 25 dicembre, non riesce a non essere felice e sorridente. E come si fa a essere tristi con l’aroma dei biscotti di Natale che si espande nell’aria o con il dolce sapore del punch caldo che scioglie ogni gelo.

State già pensando a cosa mettere in valigia? Bene, allora continuate a leggere per scoprire le mille opportunità che la città di Vienna offre durante il periodo natalizio: ogni vostro desiderio sarà esaudito. D’altra parte, siamo a Natale!

© weihnachtsdorf.at

Mercatino di Natale viennese

© kreitner&parnter - christkindlmarkt.atIl più tipico mercatino di Natale nella capitale austriaca è quello che si tiene ogni anno nella piazza di fronte al Municipio di Vienna, Rathausplatz. La magia del Natale trasforma e confonde i contorni della piazza, proiettandoli in un’atmosfera fatata. Merito delle 150 bancarelle che espongono regali di Natale, addobbi, dolci tipici e bevande calde. Il tutto in uno scenario reso magico dagli alberi del parco intorno al Municipio, decorati con migliaia di luci e capaci di creare un effetto indescrivibile. Il Mercatino di Natale viennese ha aperto lo scorso 12 novembre e sarà aperto fino al giorno della Vigilia, il 24 dicembre. Dalla domenica al giovedì è aperto dalle 10 alle 21.30, mentre il venerdì e il sabato la chiusura è posticipata alle 22. Se arrivate a Vienna appena in tempo per Natale, ricordate che il 24 dicembre, il mercatino chiude alle 17.

Villaggio di Natale di Maria-Theresien-Platz

© weihnachtsdorf.atPoco distante dalla Rathausplatz, sempre nel centro di Vienna, il Villaggio di Natale di Maria-Theresien-Platz è un’altra tappa da non perdere nel vostro tour dei mercatini natalizi viennesi, soprattutto se siete alla ricerca di prodotti artigianali da regalare o da tenere per decorare la vostra casa. Tra il Museo delle Belle Arti e il Museo di Storia Naturale ci sono circa 60 bancarelle, dove curiosare tra oggetti realizzati a mano e caratteristici del miglior artigianato austriaco e viennese. Tante idee regalo e tantissime possibilità per fare bella figura con i vostri amici quando, al vostro ritorno, arriverà il momento tanto atteso dell’apertura dei pacchi sotto l’albero. Il Villaggio di Natale di Maria-Theresien-Platz è aperto dal 16 novembre al 24 dicembre, dalle 11 alle 21. Il giorno della vigilia, chiusura anticipata alle 15.

Mercatino di Natale Vecchia Vienna

© altwiener-markt.at Dal 1772 a oggi: sono passati più di due secoli ma il Mercatino di Natale Vecchia Vienna, in piazza Freyung nel centro storico, è sempre lì. Si tratta del più antico tra i tanti mercatini che nel periodo di Natale riempiono le piazze e le strade della capitale austriaca. Antico ma ancora capace di stupire e di sorprendere. Qui troverete in vendita i più bei prodotti dell’artigianato artistico austriaco, vere e proprie opere d’arte che potrete mostrare con orgoglio ai vostri ospiti della classica cena della vigilia. Scoprite tanti oggetti in vetro lavorato o i tradizionali presepi, fino alle ceramiche dipinte a mano, esempio fulgido di un’arte antica. L’atmosfera è resa ancora più magica dalle melodie natalizie che allietano la piazza. Il Mercatino di Natale Vecchia Vienna è aperto dal 18 novembre al 23 dicembre, tutti i giorni dalle 10 alle 21.

Mercato di Natale e della cultura e di Capodanno, al castello di Schönbrunn

© Gerhard Fally - weihnachtsmarkt.co.atSe alla magica atmosfera natalizia si unisce il fascino di una residenza imperiale, il risultato è il Mercato di Natale e della cultura al Castello di Schönbrunn, residenza della Casa d’Asburgo fino al 1918 e situato nella parte occidentale della città. Le bancarelle coprono ogni angolo della corte di Ehrenhof ed espongono artigianato tradizionale, bigiotteria fatta a mano e tante decorazioni natalizie. Tante anche le attività pensate per i bambini, con laboratori natalizi su misura per loro. Il Mercatino di Natale è perfetto se volete trascorrere il giorno di Natale nella capitale austriaca: è aperto dal 19 novembre al 26 dicembre, tutti i giorni dalle 10 alle 21 (il 24 dicembre chiude alle 16, mentre il 25 e il 26 alle 18). Per i più ritardatari, basta un giorno e quello del Castello di Schönbrunn si trasforma in un Mercatino di Capodanno, dal 28 dicembre al primo gennaio, dalle 10 alle 18.

Mercatino invernale nella piazza della ruota panoramica

© Rene Wallentin - wintermarkt.atTra i teatri dei Mercatini di Natale di Vienna non poteva mancare il Prater, uno dei luoghi simbolo della capitale austriaca. Ogni anno  nella piazza della Ruota Panoramica si tiene il Winter Market. Il mercatino è molto frequentato soprattutto dai più giovani ed è anche l’unico a prolungare l’apertura per l’intero periodo delle feste di Natale, fino all’8 gennaio. Il mercatino è aperto tutti i giorni, dalle 11 alle 21; il sabato e i giorni festivi l’apertura è anticipata alle 11 mentre il 24 e il 31 dicembre chiude rispettivamente alle 15 e alle 18. Molto fornita la zona ristorazione, dove assaggiare i prodotti tipici della tradizione gastronomica natalizia viennese. In occasione dell’ultimo giorno dell’anno, il 31 dicembre, gli stand culinari del Winter Market resteranno aperti fino alle 2: un modo goloso per festeggiare insieme l’arrivo del nuovo anno, sotto l’occhio della ruota panoramica.

Info Utili

Vi siete convinti e avete già preparato la valigia? A portarvi a Vienna, ci pensa Austrian Airlines, con partenze quotidiane dagli aeroporti di Roma Fiumicino, Milano Malpensa, Firenze, Bologna e Venezia. Il costo? Niente di cui preoccuparsi: si parte da 77 euro, andata e ritorno, tasse e supplementi inclusi.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: