Trentino: una natura da vivere in famiglia!

Archivio foto Trentino Sviluppo Spa - R. Magrone

Archivio foto Trentino Sviluppo Spa – R. Magrone

Sono tante le opportunità che il Trentino offre per una vacanza immersi nella natura che sa accontentare gusti ed esigenze di grandi e piccini. Andare alla scoperta di castelli e fortezze, adottare un melo e raccoglierne i frutti, salire in sella alla mountain bike ed esplorare i sentieri al cospetto delle Dolomiti Patrimonio UNESCO, scovare le impronte degli animali del bosco e ascoltare le storie che folletti, draghi e fate vi sapranno raccontare … Ecco, queste sono solo alcune delle attività che potrete scoprire in Trentino. Tante altre le potete trovare visitando il sito www.visittrentino.it/famiglia.

Emozioni per grandi e piccini tra escursioni nella natura, parchi avventura, castelli e leggende. Servizi e attività dedicate, prezzi e formule speciali per adulti e bambini nei territori a misura di famiglia. Tutte da scoprire. Ma vediamo un po’ di proposte.

Per dormire non ci sono problemi; con le proposte di visittrentino.it, 7 notti in appartamento per tutta la famiglia costano a partire da 472 euro. Scoprite inoltre sei piccoli territori che godono di un ambiente naturale e integro, mescolato alla semplicità e spontaneità della gente del luogo. Per la vostra vacanza al giusto prezzo, scegliete Quest’anno scelgo io! in  Valle di Ledro, Valle del Chiese e Giudicarie Centrali, sull’Altopiano della Vigolana, in Valle dei Mòcheni e nella Piana Rotaliana.

Accoglienza formato famiglia

Non solo alberghi che mettono la famiglia “al centro”. L’offerta dell’accoglienza trentina è davvero ampia e può contare su differenti tipologie di strutture, con servizi di qualità per soddisfare le esigenze di grandi e piccini. Gli Hotel Giocovacanza curano nel dettaglio le esigenze di grandi e piccini. Sono situati nelle più belle località. Dotati di ogni comfort, con servizi di qualità a misura di bambino: stanze complete di scalda biberon, fasciatoi, culle, lettini personalizzati, menu dedicati, tovagliette colorate, offrono numerose attività, laboratori creativi e divertenti come “La Bottega della Fantasia”, uno spazio pensato per i bambini dai 3 ai 10 anni, dove il Mastro, accompagna grandi e piccini alla scoperta di esperienze uniche capaci di stupire ed emozionare.

Gli agriturismi sono pronti ad offrirvi semplicità e una calda accoglienza, a contatto con la natura, dove assieme ai vostri bambini farete amicizia con gli animali da cortile e scoprirete i segreti della vita contadina e delle attività nelle fattorie didattiche. La vicinanza dei campeggi “Family” a percorsi in bici sicuri, non impegnativi e lontani dalle automobili, li rende particolarmente adatti a tutti quelli che cercano relax e pace, senza disdegnare un po’ di sano movimento e assaggiare qualche piatto tipico della cucina di montagna trentina. Per tutti quelli che non riescono a prescindere dall’indipendenza e comodità di casa, la soluzione ideale è un soggiorno in un appartamento garantito. Ce ne sono circa 3000 selezionati in tutto il Trentino in grado di soddisfare ogni esigenza.

Scopri il Trentino con mamma e papà

In Trentino i bambini non si divertono solo con lo sport ed il gioco all’aria aperta ma anche scoprendo l’ arte, la storia e la cultura del territorio, imparando come è nata e cresciuta questa terra alpina. Ricca è infatti la proposta didattico-culturale a misura di bambino, che attraverso i vari musei e castelli dislocati nelle diverse località vuole far appassionare anche i piccoli utenti. Scoprite tutti i musei, le attività didattiche, i luoghi curiosi e monumenti naturali!

I parchi avventura del Trentino

Ambiente, avventura, scenari spettacolari e un pizzico di brivido negli Acropark del Trentino. Percorsi sospesi su passerelle, passaggi da un tronco all’altro assicurati da corde, tarzaning e molte altre attività per grande divertimento in tutta sicurezza. Scopriteli tutti!

Insomma, le proposte in Trentino non mancano di certo. E allora, cosa aspettate?

Questo slideshow richiede JavaScript.

Vacanze studio: in crescita il tedesco, bene inglese e spagnolo

pixinitySarà che la Germania è la nazione europea più in salute, ma tanti italiani sembrano intenzionati a studiare il tedesco. Chissà che non possa tornare utile se si decide di emigrare a Berlino!? È quanto emerge dalla classifica stilata da PaesiOnLine sulle destinazioni preferite per le vacanze studio: le località di lingua tedesca sono tre, pari merito con quelle di lingua inglese e spagnola, di solito più appetibili e ricercate.

In testa alla Top Ten stilata da PaesiOnLine con i voti arrivati dalla Community c’è la sempreverde Londra. E come poteva essere altrimenti!? L’inglese è sempre più lingua universale e la capitale del Regno Unito resta molto cool, con una buona scena lavorativa e un divertimento senza paragoni. Saranno anche studio, ma sempre di vacanze stiamo parlando! Dietro Londra, Parigi, l’unica destinazione di lingua francese presente in classifica; il francese non sarà molto gettonato ma lo stesso non si può dire della Ville Lumière! Chiude il podio Berlino, che da anni si è imposta come la città più viva e vitale d’Europa.

A sorpresa, la Spagna non arriva sul podio. Un risultato inaspettato ma compensato dalle tre città che si sono ricavate uno spazio tra le prime dieci: Barcellona (quarta), Madrid (quinta) e Valencia (nona). Tre destinazioni diverse ma ugualmente capaci di coniugare studio e divertimento. Scorrendo il resto della classifica non ci sono sorprese particolari: al sesto posto c’è Vienna, con la sua intramontabile atmosfera imperiale, mentre al settimo si piazza Dublino, città del verde e della Guinness e seconda località di lingua inglese tra le dieci più votate.

Gli ultimi due posti nella Top Ten vanno a Malta e Germania, rispettivamente con La Valletta (ottava) e con Monaco (decima). La prima è una destinazione ottima per chi vuole approfittare dell’estate per migliorare il proprio inglese ma, allo stesso tempo, non se la sente di rinunciare al fascino di una vacanza al mare. La seconda è un’alternativa “tranquilla” alla cosmopolita e caotica Berlino, ideale per chi preferisce i paesaggi distesi della Baviera.

Al mare con tutta la famiglia? Meglio se in Puglia!

© Damian GadalEstate in arrivo, è tempo di programmare le vacanze. Le destinazioni più indicate per andare al mare con tutta la famiglia si trovano in Puglia. È il risultato che emerge dall’Indice di Popolarità delle Destinazioni di PaesiOnLine; secondo gli utenti della guida di viaggio online il posto migliore per adulti e bambini è Vieste, sul Gargano, seguito da Otranto. Terza piazza per Taormina, una destinazione che renderà felici anche molti genitori.

Quando arriva l’estate, la domanda ricorre spesso: “Dove andiamo in vacanza?”. E la risposta non sempre arriva facilmente. La community di PaesiOnLine ha scelto quali sono le migliori località balneari per tutta la famiglia, quelle con strutture e attività idonee a regalare una splendida vacanza anche ai più piccoli. Una regione domina le altre: la Puglia è presente con ben cinque località nella Top Ten; due sono sul podio. Si tratta di Vieste e Otranto, la prima in provincia di Foggia, sulla punta del Gargano, la seconda nel Salento, in provincia di Lecce.

Le altre località pugliesi in classifica sono Peschici (FG), Nardò (LE) e Ostuni (BR) che si piazzano dal settimo al nono posto. In mezzo il resto d’Italia. Terza in classifica Taormina (ME): la località siciliana è sicuramente tra le più gettonate dagli adulti ma offre buone possibilità di divertimento anche ai bambini.  Quarto e quinto posto al Lazio, con San Felice Circeo, in provincia di Latina, e l’Isola di Ponza, la più grande dell’arcipelago Pontino, al largo della costa laziale.

Completano la Top Ten le città di Viareggio (sesto posto) e Rimini (decimo), unica città capoluogo e sorpresa maggiore, in negativo, se si considerano le attrazioni per i più piccoli offerte dalla Riviera Romagnola, con i Parchi divertimento di Mirabilandia, Acquafan e Italia in Miniatura. Una curiosità sui “mari” d’Italia: l’Adriatico batte tutti, con cinque località (quattro in Puglia, esclusa Nardò che si affaccia sul Mar Ionio, e una in Emilia Romagna). Un risultato che si spiega anche con la minore profondità del mare orientale, caratteristica che lo rende più indicato per i più piccoli, che possono stare in acqua in tutta sicurezza.

Voglia di primavera? PaesiOnLine vi manda alle terme

Benessere a Bormio

(CC) Francesco Crippa

Gli italiani hanno tanta voglia di benessere. È il risultato della ricerca svolta da PaesiOnLine all’interno della sua community. Le località più votate in vista della primavera sono le destinazioni termali e quelle dove fare escursioni e lunghe passeggiate. La località preferita è Bormio, in Lombardia, ma la regione più rilassante è il Veneto. Tre le destinazioni venete nella speciale “Top Ten del Benessere”: Abano Terme, Montegrotto Terme e Galzignano Terme. Le altre località sono distribuite in tutta Italia: per rilassarsi non c’è bisogno di muoversi troppo da casa ma basta cercare il posto giusto più vicino.

Vediamo da vicino i risultati emersi dalla ricerca che PaesiOnLine ha condotto all’interno della sua community per scoprire le località italiane più indicate per chi vuole rilassarsi e staccare la spina. Su tutte c’è Bormio; il comune dell’Alta Valtellina, in provincia di Sondrio, è considerato la destinazione perfetta per coniugare sport e riposo, anche per merito degli ultimi strascichi della stagione invernale. Sul podio con Bormio, due località venete, Abano Terme e Montegrotto Terme, entrambe in provincia di Padova. Sempre nel padovano si trova anche Galzignano Terme, la cittadina che chiude la classifica in decima posizione e completa la tripletta veneta delle migliori località termali.

Le altre destinazioni suggerite dagli utenti di PaesiOnLine sono distribuite sull’intero territorio italiano, da sud a nord, da Santa Cesarea Terme, località salentina in provincia di Lecce, a Merano, in Trentino Alto Adige. Nella “Top Ten del Benessere” non mancano Emilia Romagna, con Bagno di Romagna, in provincia di Forlì-Cesena (Salsomaggiore Terme è a sorpresa fuori dalle prime dieci), e Toscana, con Saturnia, piccolo borgo a pochi chilometri dal confine laziale, noto per le sue sorgenti termali e per il comprensorio turistico che si estende tra il Monte Amiata e le Colline dell’Albegna e del Fiora. La mappa ideale del benessere in Italia è completata dal Lazio, con Rocca di Papa, centro in provincia di Roma immerso nel verde dei Castelli Romani, e dall’Abruzzo, con Caramanico Terme, in provincia di Pescara.

La magia del Natale a Vienna

Come vanno i preparativi per Natale? Manca meno di un mese, non c’è più molto tempo. Di sicuro sarete a buon punto, ma forse sentite che vi manca ancora qualcosa, quel tocco in più che renda unica la tavola natalizia, la casa, l’albero o i regali. In tal caso, non c’è più tempo per rimandare. Rimandare cosa? Il vostro viaggio a Vienna, dove l’atmosfera natalizia è più intensa che mai.

Da metà novembre fino al giorno di Natale, e in alcuni casi anche fino all’inizio di gennaio, la capitale austriaca cambia volto e mostra il suo lato più “dolce”. Ogni angolo della città, dal centro alla periferia, fa da cornice ai tipici Mercatini di Natale, in un susseguirsi vorticoso di bancarelle, luci e musiche tradizionali.

Dai dolci ai prodotti artigianali, dai classici souvenir agli addobbi per rendere originale o tradizionale il proprio Albero, i mercatini viennesi sono ormai una tradizione consolidata per chi vuole vivere appieno il periodo natalizio e per chi, nel mese che precede il 25 dicembre, non riesce a non essere felice e sorridente. E come si fa a essere tristi con l’aroma dei biscotti di Natale che si espande nell’aria o con il dolce sapore del punch caldo che scioglie ogni gelo.

State già pensando a cosa mettere in valigia? Bene, allora continuate a leggere per scoprire le mille opportunità che la città di Vienna offre durante il periodo natalizio: ogni vostro desiderio sarà esaudito. D’altra parte, siamo a Natale!

© weihnachtsdorf.at

Mercatino di Natale viennese

© kreitner&parnter - christkindlmarkt.atIl più tipico mercatino di Natale nella capitale austriaca è quello che si tiene ogni anno nella piazza di fronte al Municipio di Vienna, Rathausplatz. La magia del Natale trasforma e confonde i contorni della piazza, proiettandoli in un’atmosfera fatata. Merito delle 150 bancarelle che espongono regali di Natale, addobbi, dolci tipici e bevande calde. Il tutto in uno scenario reso magico dagli alberi del parco intorno al Municipio, decorati con migliaia di luci e capaci di creare un effetto indescrivibile. Il Mercatino di Natale viennese ha aperto lo scorso 12 novembre e sarà aperto fino al giorno della Vigilia, il 24 dicembre. Dalla domenica al giovedì è aperto dalle 10 alle 21.30, mentre il venerdì e il sabato la chiusura è posticipata alle 22. Se arrivate a Vienna appena in tempo per Natale, ricordate che il 24 dicembre, il mercatino chiude alle 17.

Villaggio di Natale di Maria-Theresien-Platz

© weihnachtsdorf.atPoco distante dalla Rathausplatz, sempre nel centro di Vienna, il Villaggio di Natale di Maria-Theresien-Platz è un’altra tappa da non perdere nel vostro tour dei mercatini natalizi viennesi, soprattutto se siete alla ricerca di prodotti artigianali da regalare o da tenere per decorare la vostra casa. Tra il Museo delle Belle Arti e il Museo di Storia Naturale ci sono circa 60 bancarelle, dove curiosare tra oggetti realizzati a mano e caratteristici del miglior artigianato austriaco e viennese. Tante idee regalo e tantissime possibilità per fare bella figura con i vostri amici quando, al vostro ritorno, arriverà il momento tanto atteso dell’apertura dei pacchi sotto l’albero. Il Villaggio di Natale di Maria-Theresien-Platz è aperto dal 16 novembre al 24 dicembre, dalle 11 alle 21. Il giorno della vigilia, chiusura anticipata alle 15.

Mercatino di Natale Vecchia Vienna

© altwiener-markt.at Dal 1772 a oggi: sono passati più di due secoli ma il Mercatino di Natale Vecchia Vienna, in piazza Freyung nel centro storico, è sempre lì. Si tratta del più antico tra i tanti mercatini che nel periodo di Natale riempiono le piazze e le strade della capitale austriaca. Antico ma ancora capace di stupire e di sorprendere. Qui troverete in vendita i più bei prodotti dell’artigianato artistico austriaco, vere e proprie opere d’arte che potrete mostrare con orgoglio ai vostri ospiti della classica cena della vigilia. Scoprite tanti oggetti in vetro lavorato o i tradizionali presepi, fino alle ceramiche dipinte a mano, esempio fulgido di un’arte antica. L’atmosfera è resa ancora più magica dalle melodie natalizie che allietano la piazza. Il Mercatino di Natale Vecchia Vienna è aperto dal 18 novembre al 23 dicembre, tutti i giorni dalle 10 alle 21.

Mercato di Natale e della cultura e di Capodanno, al castello di Schönbrunn

© Gerhard Fally - weihnachtsmarkt.co.atSe alla magica atmosfera natalizia si unisce il fascino di una residenza imperiale, il risultato è il Mercato di Natale e della cultura al Castello di Schönbrunn, residenza della Casa d’Asburgo fino al 1918 e situato nella parte occidentale della città. Le bancarelle coprono ogni angolo della corte di Ehrenhof ed espongono artigianato tradizionale, bigiotteria fatta a mano e tante decorazioni natalizie. Tante anche le attività pensate per i bambini, con laboratori natalizi su misura per loro. Il Mercatino di Natale è perfetto se volete trascorrere il giorno di Natale nella capitale austriaca: è aperto dal 19 novembre al 26 dicembre, tutti i giorni dalle 10 alle 21 (il 24 dicembre chiude alle 16, mentre il 25 e il 26 alle 18). Per i più ritardatari, basta un giorno e quello del Castello di Schönbrunn si trasforma in un Mercatino di Capodanno, dal 28 dicembre al primo gennaio, dalle 10 alle 18.

Mercatino invernale nella piazza della ruota panoramica

© Rene Wallentin - wintermarkt.atTra i teatri dei Mercatini di Natale di Vienna non poteva mancare il Prater, uno dei luoghi simbolo della capitale austriaca. Ogni anno  nella piazza della Ruota Panoramica si tiene il Winter Market. Il mercatino è molto frequentato soprattutto dai più giovani ed è anche l’unico a prolungare l’apertura per l’intero periodo delle feste di Natale, fino all’8 gennaio. Il mercatino è aperto tutti i giorni, dalle 11 alle 21; il sabato e i giorni festivi l’apertura è anticipata alle 11 mentre il 24 e il 31 dicembre chiude rispettivamente alle 15 e alle 18. Molto fornita la zona ristorazione, dove assaggiare i prodotti tipici della tradizione gastronomica natalizia viennese. In occasione dell’ultimo giorno dell’anno, il 31 dicembre, gli stand culinari del Winter Market resteranno aperti fino alle 2: un modo goloso per festeggiare insieme l’arrivo del nuovo anno, sotto l’occhio della ruota panoramica.

Info Utili

Vi siete convinti e avete già preparato la valigia? A portarvi a Vienna, ci pensa Austrian Airlines, con partenze quotidiane dagli aeroporti di Roma Fiumicino, Milano Malpensa, Firenze, Bologna e Venezia. Il costo? Niente di cui preoccuparsi: si parte da 77 euro, andata e ritorno, tasse e supplementi inclusi.

Vacanze per tutti i gusti con l’Indice di Popolarità di PaesiOnline

L'Indice di Popolarit{ di PaesiOnLineIn occasione dell’inizio della stagione estiva, PaesiOnLine rende noti i risultati completi del suo Indice di Popolarità delle Destinazioni, lo strumento nato lo scorso dicembre per consentire alla Community di giudicare le località preferite e consigliarle agli altri utenti. L’Indice è costituito da due elementi che si integrano fra di loro: le Esperienze di Viaggio, tipologie di vacanza, e gli Aggettivi, giudizi sintetici attribuiti dagli utenti a ciascuna destinazione.

Le Esperienze di Viaggio raggruppano le località più votate in funzione di una comune appartenenza: sono delle categorie che permettono agli utenti di indicare le proprie destinazioni privilegiate per ogni tipo di vacanza. Per “Sole e Mare” in Italia, le mete preferite sono tutte al Sud, con il podio formato da Taormina, in Sicilia, Gallipoli, in Puglia, e Amalfi, in Campania. Tra le prime dieci spicca la Puglia con tre destinazioni (oltre a Gallipoli ci sono Otranto e Peschici); due località a testa per Campania (Amalfi e Positano) e Sardegna (Santa Teresa di Gallura e San Teodoro); una per la Calabria (Tropea). L’unica meta a Nord di Roma è Castiglione della Pescaia, in Toscana. In Europa dominio assoluto della Spagna, che si aggiudica le preferenze della Community di PaesiOnLine con Ibiza, Barcellona e Formentera nelle prime tre posizione e con Palma di Maiorca, Fuerteventura e Lloret de Mar. Bene anche Grecia, con tre destinazioni (Santorini, Mikonos e Rodi) e Turchia, con una (Bodrum). Spostandoci fuori dai confini europei, le località più gettonate sono le “classiche” destinazioni da sogno: Dubai, Thailandia e Malesia, Bora Bora e Zanzibar. Molto apprezzati anche i Caraibi e il Brasile.

Torniamo in Italia per due tipologie di viaggio molto care ai vacanzieri di casa nostra: il turismo enogastronomico e quello culturale. Per l’Esperienza di Viaggio “Gastronomia e Gusto”, si piazza bene la Toscana con Firenze e Siena in seconda e terza posizione; la meta più gettonata è però Roma, che si conferma anche la capitale godereccia del Paese. Ma la Città Eterna non poteva che essere prima anche per quanto riguarda “Arte e Cultura”, seguita dalle altrettanto immortali Firenze e Venezia.

Chi desidera tornare da un viaggio con il classico souvenir, non ha che l’imbarazzo della scelta. La Community di PaesiOnLine è comunque molto chiara nei propri gusti: la migliore città del mondo per lo “Shopping” è Parigi, la Patria delle Galeries Lafayette e delle grandi firme dell’Alta Moda. Seguono New York, che nell’immaginario collettivo si identifica con le vetrine luccicanti della Fifth Avenue e con le boutique di Soho, e Londra, regina dello shopping cheap & chic, reso alla perfezione da Carnaby Street.

Qualche sorpresa la riservano i giudizi dati dagli utenti di PaesiOnLine con gli Aggettivi: le mete più trendy sono le grandi città, Londra, New York e Barcellona su tutte, ma si piazzano bene anche luoghi più piccoli ma da sempre meta di vacanza del jet set, come Formentera, nelle Baleari, e Porto Cervo, in Sardegna. Londra è anche la città più costosa del mondo secondo la Community di PaesiOnLine, mentre all’opposto la meta più economica è Barcellona: la Spagna continua quindi a essere in vetta alle preferenze anche per il suo ottimo rapporto qualità/prezzo. Parigi è la città romantica per eccellenza, seguita dai canali e dalle gondole di Venezia. Il Nord Europa è invece la meta preferita per gli amanti delle due ruote: le città bici friendly sono Amsterdam, Berlino, Monaco e Copenaghen, tra le quali si inserisce la “solita” Barcellona.

Tutte le Bandiere Blu 2011, regione per regione

Mare da Bandiera Blu 2011L’Italia delle Bandiere Blu cresce ancora nel 2011: sono 125 le località balneari nel nostro Paese che quest’anno si sono aggiudicate il prestigioso riconoscimento della FEE (Foundation for Environmental Education), per un totale di 233 lidi riconosciuti. Il risultato migliora quello dello scorso anno, con 9 località in più che possono vantare la Bandiera Blu 2011.

La regione che ha ricevuto più riconoscimenti è la Liguria, con 17 località promosse, seguita da Toscana e Marche, entrambe a 16. In generale le Bandiere Blu 2011 sono concentrate soprattutto nelle regioni del Nord Italia. I criteri seguiti dalla FEE per l’assegnazione riguardano sia la pulizia delle acque, marittime e reflue, sia la presenza di servizi utili alla balneazione, dagli scivoli per i disabili ai bidoni per la raccolta differenziata.

Di seguito trovate tutte le Bandiere Blu italiane per quest’anno, suddivise per regione di appartenenza (tra parentesi la provincia). Cliccando sul nome di ciascuna regione potrete accedere alla relativa Guida Mare di PaesiOnLine. Naturalmente per Lombardia e Piemonte, si tratta di località affacciate sui laghi delle due regioni.

Liguria, 17
Camporosso, Bordighera (Imperia); Loano, Finale Ligure, Noli, Spotorno, Bergeggi, Savona, Albissola Marina, Albisola Superiore, Celle Ligure, Varazze (Savona); Chiavari, Lavagna, Moneglia (Genova); Lerici, Ameglia-Fiumaretta (La Spezia)

Toscana, 16
Forte dei Marmi, Pietrasanta, Camaiore, Viareggio (Lucca); Marina di Pisa, Tirrenia-Calambrone (Pisa); Antignano e Quercianella, Castiglioncello e Vada di Rosignano Marittimo, Cecina, Marina di Bibbona, Castagneto Carducci, San Vincenzo, Riotorto-Piombino: parco naturale della Sterpaia (Livorno); Follonica, Castiglione della Pescaia, Marina e Principina di Grosseto, Monte Argentario (Grosseto)

Marche, 16
Gabicce Mare, Pesaro, Fano, Mondolfo-Marotta (Pesaro-Urbino); Senigallia, Ancona Portonovo, Sirolo, Numana (Ancona); Porto Recanati, Potenza Picena, Civitanova Marche (Macerata); Porto Sant’Elpidio, Porto San Giorgio (Fermo), Cupra Marittima, Grottammare, San Benedetto del Tronto (Ascoli Piceno)

Abruzzo, 14
Martinsicuro, Alba Adriatica, Tortoreto, Giulianova, Roseto degli Abruzzi, Pineto, Silvi Marina (Teramo); Ortona, San Vito Chietino, Rocca San Giovanni, Fossacesia, Vasto, San Salvo (Chieti); Scanno (L’Aquila)

Campania, 12
Massa Lubrense (Napoli); Positano, Agropoli, Castellabate, Montecorice-Agnone e Capitello, Pollica-Acciaroli Pioppi, Casal Velino, Ascea, Pisciotta, Centola-Palinuro, Vibonati-Villammare, Sapri (Salerno)

Emilia Romagna, 9
Comacchio-Lidi Comacchiesi (Ferrara); Lidi Ravennati, Cervia-Milano Marittima; Pinarella (Ravenna); Cesenatico, San Mauro Pascoli-San Mauro mare (Forlì-Cesena); Bellaria Igea Marina, Rimini, Cattolica, Misano Adriatico (Rimini)

Puglia, 8
Rodi Garganico (Foggia); Polignano a Mare (Bari); Fasano, Ostuni (Brindisi); Ginosa-Marina di Ginosa (Taranto); Otranto, Melendugno, Salve (Lecce)

Veneto, 6
San Michele al Tagliamento, Bibione, Caorle, Eraclea mare, Jesolo, Cavallino Treporti-Lido di Venezia (Venezia)

Sicilia, 6
Lipari (Messina); Fiumefreddo di Sicilia-Marina di Cottone (Catania), Ispica, Pozzallo, Ragusa-Marina di Ragusa (Ragusa); Menfi (Agrigento)

Calabria, 5
Cariati, Amendolara (Cosenza); Cirò Marina (Crotone); Roccella Jonica, Marina di Gioiosa Jonica (Reggio Calabria)

Sardegna, 5
Santa Teresa di Gallura-Rena Bianca, La Maddalena-Punta Tegge Spalmatore (Olbia-Tempio); Castelsardo-Ampurias (Sassari); Oristano-Torre Grande (Oristano); Quartu Sant’Elena-Poetto (Cagliari)

Lazio, 4
Anzio (Roma); Sabaudia, San Felice Circeo, Sperlonga (Latina)

Friuli Venezia Giulia, 2
Grado (Udine); Lignano Sabbiadoro (Gorizia)

Piemonte, 2
Cannero Riviera (Verbania); Cannobio Lido (Verbania)

Lombardia, 1
Gardone Riviera (Brescia)

Molise, 1
Termoli (Campobasso)

Basilicata, 1
Maratea (Potenza)

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: