Appunti gastronomici per un viaggio in Marocco

Per coloro che hanno prenotato un viaggio in Marocco il principale dilemma è sempre lo stesso. Cosa mangerò? Mi ciberò di animali strani? Digiunerò per una settimana per evitare ogni rischio? Niente di più lontano dalla realtà. La sfiziosa cucina marocchina con la sua incredibile fusione di tradizione araba e francese si caratterizza per le pietanze nutrienti, saporite e speziate al punto giusto.

Un antipasto molto gradito è l’insalata marocchina con cipolle, pomodori, peperoni e le gustosissime olive nere di produzione locale. Immancabile il cous cous berbero a base di carne o verdure (pertanto ben indicato anche per il sempre più numeroso gruppo di viaggiatori vegetariani!). Durante una cammellata lungo il deserto, le brochettes sono deliziosi spiedini a base di pollo, agnello o montone in genere accompagnati con patatine fritte e quindi particolarmente apprezzati anche dai bimbi. Ma se è il Marocco più autentico che cercate  allora abbandonatevi al piacere di gustare il caratteristico tajiné ovvero il piatto a base di carne o verdure condite con delicate scaglie di mandorle e frutta secca marocchina tra cui i datteri dal sapore zuccherino. Una variante ancora più elaborata di tajiné prevede l’aggiunta di prugne secche e cannella. Il risultato sono pietanze dal delicato gusto agrodolce che non mancheranno di soddisfare i palati più raffinati.

Attenzione comunque ai menù troppo turistici….Fidatevi dunque del vostro fiuto o chiedete delle dritte a chi c’è già stato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: