A Bibione per una vacanza “Sole e Mare” Top Rated!

Bibione Top RatedTra le località più effervescenti dell’estate, un posto di rilievo se lo merita Bibione, nel comune di San Michele al Tagliamento, in provincia di Venezia. Non può essere un caso, infatti, che la spiaggia di Bibione sia tra le più frequentate d’Italia con oltre 6 milioni di bagnanti ogni anno: merito del mare e di un’ottima organizzazione turistica. Per questo Bibione è tra le destinazioni più gradite dagli utenti di PaesiOnLine.it, che le hanno attribuito il riconoscimento “Top Rated” nella categoria “Sole e Mare”.

Si tratta di un riconoscimento importante, del quale abbiamo parlato con Pasqualino Codognotto, sindaco di San Michele al Tagliamento.

Che valore assume per Bibione e per tutto il comune di San Michele al Tagliamento un riconoscimento che potremmo definire social come questo?

Sappiamo che il social è il mezzo di comunicazione più efficace per il futuro ed essere tra le località Top Rated per le vacanze “Sole e mare” è senza dubbio un ottimo inizio! Dico inizio perché uno dei nostri obiettivi è quello di far vivere la nostra offerta turistica anche durante l’ “altra stagione”, vivacizzando l’entroterra attraverso attività e progetti.

Cosa crede abbia contribuito alla vostra “buona reputazione”? Cosa offre la vostra città che le altre non hanno?

Citando Henry Ford: Non ci si può costruire una reputazione su ciò che si intende fare. Non togliendo nulla ai meravigliosi doni della Natura – la spiaggia ed il sole – devo dire che sia l’Amministrazione che le Associazioni turistiche del posto hanno fatto. Si è costruito una rete di servizi per rendere comodo e sicuro vivere la propria vacanza. Posso citare, tra le altre cose, i percorsi ciclopedonali: 30 km circa nella sola Bibione e circa 35 km sugli argini lungo il Fiume Tagliamento, ma anche il pronto soccorso attivo 24 ore su 24. Bibione spazia la sua offerta in molti campi, dagli eventi all’Arte. Stiamo parlando di partenza verso mete culturali quali Portogruaro, Concordia Sagittaria, Aquileia, Venezia, Verona, Trieste per citarne solo alcune!

Come contribuisce, invece, l’Amministrazione? Quali sono le strategie adottate per implementare e sviluppare il turismo?

L’Amministrazione contribuisce promuovendo e sostenendo diversi progetti ed eventi al fine di rendere il più possibile piacevole il soggiorno dei turisti durante la stagione estiva, ma punta anche al turismo “fuori stagione”, patrocinando iniziative a carattere sportivo e non solo nei periodi pre e post stagione. Ci siamo attivati per rilanciare il turismo rurale attraverso progetti di scoperta del territorio, come “Viviverde”, e portando il nostro territorio a competere a livello internazionale, presentandolo all’Expo 2015. Contribuiamo inoltre alla promozione del Brand Bibione attraverso un confronto costante con le associazioni di categoria.

Turismo sembra legato indissolubilmente al mondo del web, sia per ciò che riguarda le prenotazioni, sia per la scelta della destinazione e delle attrattive da visitare. Come sfruttate le potenzialità offerte dalla rete?

Sicuramente rispondere a questa intervista è una chiara dimostrazione dell’importanza che questa Amministrazione, ma soprattutto il polo turistico di Bibione, attribuiscono alla potenzialità della rete, dalla comunicazione al booking. Molto è stato investito, in termini di risorse e di impegno, sui social network e sui media in generale, per creare “vicinanza” e rumor, oltre che sul posizionamento nei motori di ricerca, sfruttando vari mercati e vari settori. Abbiamo da poco rinnovato anche il portale istituzionale del Comune per una maggior fruibilità e trasparenza.

L’Italia è uno dei paesi più ricchi al mondo per quanto riguarda il patrimonio artistico – culturale e le bellezze paesaggistiche, ciò nonostante il turismo sembra essere in calo. Quali crede siano le politiche da adottare a livello nazionale?

La strategia turistica è espressione di un piano di sviluppo e di marketing territoriale condiviso, ma la complessità delle dinamiche turistiche con variabili in continua evoluzione devono far sì che la strategia stessa sia capace di perfezionarsi. Il punto di forza sta sicuramente nel miglioramento dei servizi, delle infrastrutture, della percezione di sicurezza: dobbiamo far “portare a casa” al turista, ricordando l’importanza del passaparola, un’emozione unica che solo un territorio come il nostro sa regalare e far provare.

Questo slideshow richiede JavaScript.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: