Giotto e Facebook: ad Assisi il festival del web 2.0

Molte sono state le polemiche sull’utilità e sul valore di Facebook. Le critiche più sfacciate lo vedono come un enorme cassonetto della spazzatura, dove non c’è altro che gossip infantile e volgarità senza senso. Ma quest’anno il famoso social network ha la possibilità di far tacere tante bocche maliziose.

Dal 1 al 5 settembre ad Assisi il festival “Comunicazione e linguaggi. Da Giotto a Facebook” è la prima occasione di ritrovo della rete dei gruppi culturali e filosofici ospiti del social network, creata dalle due associazioni promotrici, Oicos e AttivaMente, e che attualmente conta più di 8000 iscritti. Sono cinque giorni, tra Assisi e Bastia Umbria, in cui si discute di come sia cambiata la cultura ai tempi del web. Al centro di tutto c’è la comunicazione, in tutte le sue forme.

Si parte dal ciclo pittorico di Giotto fino ad arrivare a Mark Zuckerberg. L’ingresso è gratuito e i partecipanti potranno intervenire ai dibattiti, workshop, convegni e conferenze. Saranno presenti anche ospiti famosi come Alessandro Baricco, Philippe Daverio, Gianni Berengo Gardin e Massimo Cacciari. Con loro si parla di giornalismo e nuovi media, della televisione ma anche di cinema e di filosofia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: